Bandi europei - Avvisi e segnalazioni

Erasmus+, bando da 2,7 mld

Ammontano a 2.733,4 milioni di euro i fondi che il bando 2019 del programma comunitario Erasmus+ porta in dote. Le azioni chiave di finanziamento riguardano la mobilità individuale ai fini dell’apprendimento, la cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi, il sostegno alla riforma delle politiche e lo sport. Gli ambiti di intervento sono istruzione, gioventù, formazione, sport e mobilità. L’avviso è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea n. c384 del 24 ottobre 2018, a seguito dell’approvazione da parte della commissione europea, e stanzia la somma complessiva di oltre 2,7 miliardi di euro a favore di progetti che potranno essere svolti su tutto il territorio europeo, incluso il territorio italiano. L’obiettivo del programma Erasmus+ è quello di migliorare le competenze e le prospettive professionali, nonché modernizzare l’istruzione, la formazione, lo sport e l’animazione socio-educativa. Il bando prevede una serie di scadenze distribuite nell’arco di tutto il 2019, la prima fissata al 24 gennaio 2019 e l’ultima fissata al 1° ottobre 2019. I soggetti che parteciperanno al bando potranno ottenere un contributo comunitario a fondo perduto che permetterà di coprire fino al 100% delle spese ammissibili.

Accesso consentito a tutti gli organismi pubblici e privati. Il bando permette di presentare domanda a qualsiasi organismo, pubblico o privato, che sia attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani sia per i partenariati strategici nel settore della gioventù.

Data di pubblicazione:
09/11/2018
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Unione Montana dei Monti Azzurri
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata